Riabilitazione Respiratoria

OPERATORE:
DOTT. SALVATORE D’ASCENZO

La riabilitazione pneumologica (o respiratoria) è una disciplina che ha assunto un ruolo primario nel trattamento non farmacologico dei pazienti con malattie respiratorie ad andamento cronico. La malattia è limitata inizialmente all’apparato respiratorio ma comporta un successivo decadimento fisico e psicologico.

E’ altresì quel ramo della medicina preposto al recupero e cura di: deficit funzionali, fisici e sindromi dolorose mediante l’utilizzo di tecniche fisiche ed ausili (ad esempio CPAP per la risoluzione delle apnee notturne).

La fisioterapia respiratoria è perciò la terapia di supporto che interagendo con quella tradizionale consente di:

  • Migliorare la qualità della vita e ottimizzare le prestazioni fisiche dei pazienti affetti da disfunzioni respiratorie croniche gravi come ad esempio nel caso di persone affette da BCPO (Bronco Pneumopatia Cronica Ostruttiva) patologia cronica caratterizzata da ostruzione bronchiale.
  • Rendere più veloce il recupero di gravi malattie acute dell’apparato respiratorio che provocano dispnea(difficoltà di respirazione) e secrezioni bronchiali difficili da eliminare.
  • Preparare pazienti a rischio (anziani con più di 70 anni, fumatori, obesi, affetti da precedenti malattie respiratorie) ad interventi chirurgici programmati. Preparazione con fisioterapia respiratoria preoperatoria che diminuirà considerevolmente la probabilità di sviluppare complicanze polmonari dovute alla degenza a letto successiva all’intervento chirurgico.
  • Ridurre il rischio di complicanze polmonari in pazienti sottoposti ad interventi di chirurgia maggiore all’addome o al torace con programmi di fisioterapia respiratoria post operatori.

La fisioterapia respiratoria consiste in:

  • Far praticare ed insegnare al paziente una serie di esercizi fisici che consentono di migliorare la respirazione e di tonificare la muscolatura interessata evitando ristagno di muchi e stasi respiratorie(scarsa dilatazione di regioni del polmone) che provocano complicanze causate da scarsa ossigenazione e da tappi di muco che non si riescono ad espellere.
  • Valutare se sono necessari incentivatori respiratori(apparecchi medici per migliorare il tono dei muscoli respiratori). E insegnare al paziente il loro uso ed utilizzo. Gli incentivatori sono di due tipi quelli inspiratori e quelli espiratori.
  • Insegnare al paziente come va usato lo strumento della tosse einsegnare le tecniche che consentono la massima espettorazione senza affaticarsi ed incorrere in situazioni di dolore che impediscono di tenere pulite le vie respiratorie.
  • Nel caso di intervento chirurgico istruire il paziente sulle necessarie manovre e sugli aiuti da utilizzare per impedire che gli sforzi provocati da colpi di tosse possano arrecare danno alle ferite.